domenica 26 gennaio 2014

Ho memorie (sfocate) di una me più felice.

Come si può arrivare a questo punto? Come si può arrivare alla simil-apatia con la salute, l'università, un ragazzo che ti ama, una famiglia nei ranghi, degli amici tranquilli?
Cosa cambia?
Cosa sta cambiando da tanto, lasciandomi precipitare su un piano inclinato verso la fine?
Come si può essere felici, e poi no?
Come si può amare, e poi no?
Ma sopratutto,
come cazzo si fa a capire che pesci prendere, adesso?

4 commenti:

  1. A me è successo un momento così, ho dovuto riprendere la realtà in mano e capire quali erano le cose che volevo e quali no, quindi fare tabula rasa e ricominciare.
    Non sarà facile, ma devi provarci.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sarà facile, ci sto provando. :)
      Grazie Mel

      Elimina
  2. Era tutto così tranquillo e certo, e poi? E poi è la vita, è che si cresce e si cambia, e se si cambia i vecchi equilibri non vanno più bene. Ne abbiamo già parlato a lungo, no? ;-)
    Ti sono vicina, lo sai.
    Un abbraccio forte forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ELLIEE i know.
      Ma ogni volta che propendo per una parte, magari la più ragionevole, poi ho un'ondata di sentimenti che mi fa crollare come un castello di carte.
      Sabato credevo di essere a un punto, poi sono precipitata di nuovo. *agonia*

      Un abbraccio frote forte forte e grazie sempre di tutto

      Elimina